Trasferimenti ai Comuni, Cpel e Regione: le cifre devono ancora essere definite

 

"I trasferimenti saranno stabiliti solo dopo l'approvazione della Finanziaria"

AOSTA. "In assenza di un valore certo riferito alle risorse da destinare ai Comuni per il 2016, ogni ipotesi di trasferimento non è corretta". Lo afferma in una nota il presidente del Consiglio permanente degli enti locali (Cpel) Franco Manes commentando alcune cifre riportate da La Stampa sui trasferimenti dalla Regione ai Comuni valdostani per l'anno 2016.

"I parametri della legge regionale n. 48 del 1995, che stabiliscono di fatto l'allocazione dei trasferimenti senza vincolo settoriale di destinazione ai singoli enti locali, saranno oggetto di futura deliberazione di Giunta regionale, concertata con il Cpel" precisa Manes.

Quanto affermato da Manes viene ribadito anche in una nota della presidenza della Regione. "La norma regionale in materia di finanza locale - si legge - prevede che la ripartizione e la destinazione dei trasferimenti ai Comuni siano effettuate con deliberazione della Giunta regionale, che sarà adottata soltanto dopo l'approvazione della legge finanziaria regionale, attualmente in corso di discussione in Consiglio regionale. Sarà quindi tale deliberazione che definirà i parametri su cui si basa il riparto e i relativi pesi e, conseguentemente, l'importo del trasferimento spettante a ciascun ente". Poiché, continua la nota, "tali operazioni non sono ancora state effettuate - tenuto anche conto della necessità, già concordata con il CPEL, di rivedere i parametri stessi -  i dati pubblicati relativi ai trasferimenti 2016 non possono in alcun modo essere considerati attendibili".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it