Mutui Finaosta, ok del Consiglio Valle a sospensione rate per agricoltori

 

Approvata all'unanimità la mozione che impegna il Governo regionale a intervenire

AOSTA. Il governo valdostano si è impegnato a presentare una proposta per sospendere le rate dei mutui Finaosta, a valere sui fondi di rotazione, erogati a favore degli agricoltori. Lo prevede una mozione dei gruppi Uvp e Alpe, modificata da un emendamento dell'assessore all'agricoltura Testolin, votata e approvata all'unanimità questa mattina dal Consiglio regionale.

«Così come già attuato nel passato per gli albergatori, riteniamo importante  - ha detto il consigliere Alessandro Nogara (Uvp) - che il governo regionale intervenga al fine di replicare la moratoria di 30 mesi dei debiti bancari prevista dall'accordo nazionale anche per i mutui concessi agli allevatori valdostani tramite la società Finaosta. È un ulteriore sostegno ad un settore in forte sofferenza ma che consideriamo strategico per il sistema economico della Valle d'Aosta»

L'assessore Renzo Testolin nel suo intervento ha spiegato che l'amministrazione regionale sta lavorando «nell'ottica di trovare una soluzione alle problematiche che toccano la liquidità del settore agricolo, in parallelo ai solleciti che abbiamo fatto nei confronti delle banche affinché si rendessero disponibili soprattutto verso il settore lattiero-caseario tramite l'adesione e la divulgazione della moratoria di trenta mesi oggetto della convenzione tra il Ministero e l'ABI, che è però ancora in attesa di un decreto ministeriale per la sua piena attuazione. Si è allora valutata l'opportunità di prevedere una norma specifica per una sospensione di dodici mesi, cioè due rate semestrali. La norma - ha precisato - ci permetterà di gestire la questione con celerità e nel rispetto delle regole e delle esigenze contingenti».

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it