Oggi è il

Confermata la chiusura per 2 anni del Traforo del Monte Bianco

  • Pubblicato: Giovedì, 17 Gennaio 2019 15:52

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Tunnel Monte BiancoCOURMAYEUR. Il Traforo del Monte Bianco dovrà chiudere completamente al traffico per lavori di manutenzione straordinaria che dureranno circa due anni.

La Società italiana del tunnel lo ha confermato in una lettera inviata al governo regionale in risposta alle richieste di informazioni inviate dopo che l'ipotesi di costruzione di una seconda galleria è tornata d'attualità.

L'intervento è in programma tra sette o otto anni, un tempo relativamente breve per prendere decisioni sul futuro dell'infrastruttura tra cui appunto la possibile costruzione della seconda canna. E gli aspetti da valutare sono tanti.

Se la seconda galleria diventasse operativa prima della chiusura, il collegamento internazionale non verrebbe interrotto ma il rischio - ed è su questo che si concentrano molte delle obiezioni all'opera - è che i flussi di traffico aumenterebbero portando più inquinamento in un territorio alpino molto delicato e problemi di sicurezza. Allo stesso tempo però una via di comunicazione potenziata aiuterebbe il turismo valdostano.

D'altro canto la chiusura prolungata del Traforo tra Italia - Francia avrebbe conseguenze negative di ampio raggio. Oltre ai mancati ricavi per la società del Traforo, uno stop lungo due anni porterebbe il traffico a spostarsi verso gli altri valichi alpini anche dopo la riapertura del tunnel a lavori ultimati. Per la Valle d'Aosta, già carente dal punto di vista dei collegamenti, verrebbe a mancare un importante flusso di veicoli e quindi un collegamento che serve al turismo e a tutto il suo indotto.

Ci sono inoltre da valutare gli effetti secondari, ad esempio sull'autostrada dell'alta Valle: con il Traforo chiuso i transiti si ridurrebbero notevolmente con evidenti conseguenze sulla sostenibilità economica del tratto, che già adesso è il più caro d'Italia. E senza autostrada il collegamento con l'Alta Valle verrebbe penalizzato e la statale, più trafficata, diventerebbe meno sicura.

Al momento comunque decisioni definitive non sono state prese. Il Traforo, che spinge per la costruzione della seconda galleria, dovrà decidere a febbraio. Il consiglio di amministrazione convocato per domani, 18 gennaio, è stato infatti rinviato.

M.C.

 

 

 

Altre news di attualità

  • Pasqua 2019, la Santa Messa della veglia in diretta streaming
    AOSTA. Su Aostaoggi.it questa sera, 20 aprile, sarà trasmessa la Santa Messa della Veglia Pasquale celebrata nella chiesa santuario di Maria Immacolata di Aosta.
  • Gramola: tra tribunale e procura di Aosta c'è massimo rispetto
    AOSTA. I rapporti tra il tribunale e la procura di Aosta sono «molto buoni»: lo ha precisato il presidente del tribunale Eugenio Gramola in risposta ad alcuni articoli di stampa sugli attriti tra i due organi dopo le sentenze di assoluzione nel processo per falso in bilancio al Casinò di Saint-Vincent.
  • Aosta, il Tribunale è sotto organico e chiede più giudici
    AOSTA. L'organico del Tribunale di Aosta è «completamente insufficiente» a coprire tutte le istanze che provengono dalla Procura. Il presidente Eugenio Gramola, a circa un anno dal suo insediamento, è tornato a lanciare l'allarme sulla situazione dei giudici e dei magistrati che seguono soprattutto la parte penale.
  • Da Rfi arriva l'ok all'elettrificazione della Aosta - Ivrea
    AOSTA. L'elettrificazione della ferrovia valdostana, fino ad Aosta, diventa per Rete Ferroviaria Italiana un progetto definitivo tant'è che l'opera è inserita nella programmazione degli interventi per potenziare e migliorare il collegamento su binari della Aosta - Ivrea - Chivasso.
  • Incendio Notre-Dame, Fosson: solidarietà della Valle d'Aosta alla Francia
    Dopo un'intera notte passata a lottare contro le fiamme, i vigili del fuoco francesi hanno preso il controllo del violento incendio che ha devastato la cattedrale di Notre-Dame di Parigi. Rimangono però ancora alcuni focolai accesi e sul posto sono al lavoro ancora numerosi pompieri.
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075