Presidio a Palazzo regionale "per una politica libera dalla 'ndrangheta"

Il presidio inizierà alle ore 18. 

"La cronaca continua ad indignarci, ma non ci stupisce, dato che conferma la nostra denuncia pubblica di un sistema clientelare e infiltrato dalla ndrangheta", afferma ADU in una nota. "L'inchiesta ribadisce che questo Consiglio, in gran parte eletto da voti mafiosi, è delegittimato e non può approvare nessuna riforma di sistema. Nemmeno quella, sempre più necessaria, del superamento del conflitto d'interessi tra le cariche di Presidente e quella di Prefetto".

ADU "assieme al solo M5S, è stato l'unico movimento che non ha governato con chi oggi è accusato di vicinanza alla mafia", sottolinea il movimento. "In ultimo, non accettiamo lezioni di legalità dalla Lega e dal suo così detto “uomo forte” che pretende di venire in Valle per sfruttare lo sconforto e la rabbia. Noi crediamo ancora che da questa miseria, se ne possa uscire tutti e tutte insieme, anche grazie a quelle energie positive che i giovani ci hanno mostrato nelle piazze dei Fridays for Future e delle Sardine", conclude la nota.

 

 

 

redazione

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it