L'auspicio di Testolin per il week end: città e paesi rimangano vuoti

Pin It

Il presidente della Regione: 'ancora oggi si vedevano nonni e nipoti a passeggio'

 centro di Aosta

AOSTA. «Oggi per le strade ancora si vedevano nonni con nipotini che passeggiavano, signori in bicicletta che a mio avviso non andavano a fare la spesa, situazioni di traffico importanti: questo tipo di atteggiamento nelle prossime settimane deve limitarsi al minimo». Così il presidente della Regione, Renzo Testolin, durante la conferenza stampa dell'unità di crisi che sta seguendo l'evolversi della pandemia Covid-19 in Valle d'Aosta.

L'invito del presidente della giunta, che si unisce agli innumerevoli appelli che si susseguono ormai da giorni, è ancora una volta quello di rispettare le regole dei decreti che impongono di limitare al minimo indispensabile gli spostamenti e di attuare l'isolamento sociale.

«Domani per molti di noi non è un giorno lavorativo - ha aggiunto Testolin -. Sarebbe un segnale importantissimo avere in questo fine settimana dei paesi e delle città che non siano purtroppo, fortunatamente, animati. Questo è il percorso che dobbiamo seguire in questi giorni».

 


M.C.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it