Au coeur de la reprise, un premio al femminile del Consiglio Valle per il volontariato

 

Premio per il volontariato 2019

AOSTA. Il concorso del Consiglio regionale che premia i progetti di volontariato quest'anno raddoppia: al Premio regionale infatti si affianca il Premio Au coeur de la reprise che intende mettere in luce il ruolo delle donne nel proporre soluzioni per la ripartenza.

Il nuovo progetto si indirizza verso due settori, quello imprenditoriale-professionale e quello sociale-medico-sanitario: per ciascuno di essi sono previsti due premi da 3.000 e 2.000 euro. Al centro della valutazione ci saranno la capacità di reazione all'emergenza attraverso iniziative originali ed efficaci, radicate sul territorio e adatte a essere un esempio per altre ripartenze.

In parallelo si svolgerà il Premio regionale per il volontariato che quest'anno pone l'attenzione sulle nuove fragilità e sulle emergenze provocate dall'epidemia da Covid-19 ricompensando i migliori progetti volti a superare la fase critica. L'edizione 2020, realizzata con la collaborazione e il sistegno di CSV, Lions Club Aosta e Mont-Blanc, Rotary Club Aosta e Courmayeur Valdigne, propone un contributo di 5.000 euro da destinare al progetto vincitore e quattro riconoscimenti da 4.000 euro ciascuno.

Il termine per la presentazione delle candidature per entrambe le iniziative è il 31 agosto e le premiazioni avverranno a ottobre.

"L'impegno del Consiglio a sostegno della ripartenza - dichiara la presidente del consiglio regionale Emily Rini - si concretizza in un aiuto concreto verso quei soggetti privati che investono le proprie energie e le proprie risorse nei progetti di rinascita. Da una parte abbiamo voluto che un'iniziativa storica e importante come il Premio regionale del volontariato fosse dedicata a quest'urgenza, potenziando le iniziative delle associazioni che spesso riescono a intervenire in modo efficace e puntuale verso le emergenze sociali; dall'altra, abbiamo ideato un percorso nuovo per rendere evidente come ogni componente della nostra società può giocare un ruolo di primo piano nella ripresa della nostra regione".

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it