L'ass. Agricoltura biologica e biodinamica ha un nuovo presidente

 

direttivo Associazione

AOSTA. L'associazione Agricoltura biologica e biodinamica della Valle d'Aosta ha un nuovo presidente: è Sergio Gal, nominato nel nuovo direttivo di cui fanno parte anche Valérie Obino (vice presidente), Paola Marchetti (tesoriere) e i consiglieri Giuliana Dellea e Ugo de Agazio.

"Dopo oltre 11 anni di attività l'associazione Agricoltura biologica e biodinamica VdA perde il suo Presidente fondatore Attilio Perrone, detto “Tonino”, che ha deciso di prendersi una meritata pausa", spiega proprio l'associazione.

Con il rinnovo del direttivo, l'associazione ha iniziato a organizzarsi per il futuro. "Il compito che ci aspetta - dice il nuovo direttivo - non sarà facile vista l'esperienza e la competenza di Tonino in campo agronomico e le sue conoscenze specifiche nell'ambito della biodinamica. Tutto il gruppo è comunque grato a Tonino per l'eredità ricevuta e intende continuare il percorso intrapreso sotto la sua presidenza teso a divulgare sul territorio valdostano le conoscenze in merito all'agricoltura biologica e biodinamica".

Questo tipo di coltivazione è nato da Rudolf Steiner nel 1925 ed esclude l'utilizzo di concimi chimici, antiparassitari e anticrittogamici e difendendo le coltivazioni dalle malattie utilizzando soprattutto buone pratiche agronomiche, come quelle usate per l'agricoltura biologica, e con preparati biodinamici. Queste pratiche sono messe in atto nell'orto di Sant'Orso concesso dalla Regione all'associazione.

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it