.

Dussmann Service, preoccupazione Filcams per il blocco della Cig

Buillet: 'azienda ha creato un vuoto nelle relazioni sindacali e nei confronti dei lavoratori'

 

AOSTA. Retribuzioni pagate in ritardo ai 14 dipendenti, mensilità mancanti, assenza di risposte alle sollecitazioni dei sindacati: questa la situazione della Dussmann Service Srl secondo quanto riferito da Filcams Cgil Valle d'Aosta.

L'azienda ha in appalto fino al 21 dicembre la mensa all'interno della Cogne Acciai Speciali. "Come quasi tutte le aziende sul nostro territorio, ha avviato la procedura di Cig (cassa integrazione guadagni) in seguito alla pandemia. Fino all'11 maggio 2020 le dipendenti sono state pagate a settembre direttamente dall'Inps, dopodiché non è più arrivato nulla", spiega Filcams Cgil.

Il problema, riferisce la segretaria generale Isabelle Buillet, sarebbe legato a problemi nella documentazione inviata all'Istituto nazionale di previdenza sociale. "Il 15 dicembre - spiega Buillet - è avvenuto il colpo di scena: la domanda è stata respinta dall'Inps in quanto l'azienda avrebbe fatto degli errori nel compilare la domanda che sembrerebbe non più riformulabile. Nonostante l'ennesima richiesta di chiarimenti inviata dalla Filcams Cgil alla Dussmann il 15 dicembre, in cui contestualmente venivano ritenuti responsabili nei confronti dei lavoratori sia dal punto di vista contributivo che retributivo, ad oggi non ci è stata data nessuna risposta".

Tra pochi giorni la ditta concluderà l'appalto con la Cas. Ancora la segretaria generale di Filcams Cgil Valle d'Aosta: "Resto perplessa e rammaricata dal vuoto creato dalla Dussmann nelle relazioni sindacali e nei confronti dei lavoratori, suoi dipendenti da innumerevoli anni, che si vedranno costretti ad attivare le procedure consentite dalla legge per far valere i loro diritti".

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it