.

Contagi sul set cinematografico a Gressoney, Usl: 15 falsi positivi su 16

I primi tamponi risultati positivi al Covid-19 erano stati effettuati da un centro privato e refertati da un laboratorio fuori Valle

 

Azienda UslGRESSONEY-SAINT-JEAN. Da set cinematografico a possibile focolaio di contagi da Covid-19. Potrebbe sembrare la trama di un film, invece è quanto sembrava stesse accadendo nella realtà a Gressoney-Saint-Jean.

La località valdostana in questi giorni è la location delle riprese di un film su Gucci. La pellicola, con regia di Ridley Scott, sfoggia un cast stellare con Al Pacino e Lady Gaga. Una buona notizia per una località che sta uscendo da una stagione invernale cancellata dal Covid-19, ma che ha rischiato di trasformarsi in un boomerang. Infatti dai periodici test a cui sono sottoposte le persone impegnate nelle riprese diversi tamponi sono risultati positivi al Sars-Cov-2. La situazione ha destato molta preoccupazione, ma è poi emerso che si trattava di falsi positivi.

L'Azienda Usl della Valle d'Aosta, intervenendo sul caso, spiega che i primi test sono stati "effettuati da un centro diagnostico privato e la refertazione è stata eseguita da un laboratorio fuori Valle". L'azienda sanitaria valdostana, una volta "rilevata l'anomalia dovuta all'elevato numero di referti positivi, ha immediatamente disposto un test molecolare di controllo". I sospetti positivi sono passati nel tendone drive-in per un tampone di controllo. "Il risultato - riferisce ancora l'Ausl - è negativo per 15 dei 16 test effettuati e refertati".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it