.

Geenna, l'UV esprime 'sollievo e angoscia' dopo l'assoluzione di Sorbara

L'ex consigliere regionale unionista è l'unico assolto dai giudici di Appello

 

Marco Sorbara

È tornato in libertà Marco Sorbara, ex consigliere regionale e comunale di Aosta, assolto ieri dalla Corte di Appello di Torino dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa "perché il fatto non sussiste".

Sorbara (nella foto in Consiglio regionale) è l'unico imputato del processo Geenna sulla 'ndrangheta in Valle d'Aosta assolto in Appello. Per tutti gli altri 15 accusati i giudici hanno confermato le condanne sentenziate in primo grado, modificando in alcuni casi le pene.

Tra le prime reazioni all'assoluzione c'è quella del senatore dell'UV Albert Lanièce. «Un abbraccio a Marco Sorbara e alla sua famiglia per l'assoluzione. Era necessario tutto questo? La giustizia funziona bene?», commenta il collega di movimento dell'ex consigliere regionale. E poi aggiunge: la sentenza «del processo Geenna mantiene la greve ombra della criminalità organizzata sulla Valle d'Aosta, aspettiamo che la giustizia finisca il suo corso».

Anche l'Union Valdôtaine interviene dopo la sentenza esprimendo «due sentimenti contrastanti: sollievo e angoscia» e «solidarietà» a Sorbara e alla sua famiglia. «In primis - aggiunge il Mouvement - si è sollevati per la notizia della sua innocenza, ma subito si pensa a come sia possibile che una persona innocente possa aver vissuto un tale incubo. Si prova angoscia anche pensando a una giustizia che oggi abbiamo difficoltà a comprendere».

 

 

M.C.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it