.

Green pass e vaccini, Savt: buonsenso e responsabilità per evitare nuove chiusure

Il Direttivo confederale invita a «continuare nel percorso di informazione e sensibilizzazione sulla campagna vaccinale»

 

Il Direttivo confederale del Savt sottolinea la necessità di «mettere in atto tutte le azioni, compreso il buonsenso e la responsabilità nel comportamento quotidiano di ognuno di noi, finalizzate ad evitare che si possa arrivare ad una nuova chiusura delle attività commerciali e produttive». Lo si legge in una nota del sindacato a proposito della certificazione verde Covid-19 e sulle vaccinazioni.

Un eventuale nuovo lockdown sarebbe uno scenario «devastante in particolare per la Valle d'Aosta visto il suo particolare tessuto socio-economico».

Il sindacato interviene sui dati resi noti dall'Istituto Superiore della Sanità «dal quale si evidenzia che dal 1° febbraio al 21 luglio 2021 il 99% dei morti legati al Covid-19 non aveva completato il ciclo vaccinale. Questo dato, che sicuramente dovrà essere monitorato nel tempo per valutare se la tendenza viene confermata, sembra dimostrare come il vaccino sia un'arma efficace nella lotta contro la pandemia». 

«Nel rispetto della sensibilità di tutti - conclude il Savt - e nella convinzione che sia necessario continuare nella ricerca e nello sviluppo anche delle cure contro la malattia, che possano tra l'altro dare risposta a quelle persone che legittimamente hanno deciso e decideranno di non vaccinarsi», il Direttivo confederale del Savt «ritiene che sia importante continuare nel percorso di informazione e sensibilizzazione sulla campagna vaccinale. L'obiettivo deve essere quello di arrivare a garantire a tutti di tornare a vivere in libertà e senza restrizioni».

 

 

E.G.

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it