.

Due giorni di festa per i 99 anni del Parco Nazionale Gran Paradiso

Nel 2022 l'area protetta tra Piemonte e Valle d'Aosta celebrerà il centenario

 

Stambecchi

Il Parco Nazionale Gran Paradiso si prepara a festeggiare i 99 anni dalla sua istituzione. In attesa dell'importante traguardo del secolo di attività, l'area protetta propone in questo 2021 una due-giorni di attività e proposte culturali ideate per l'occasione.

La sede scelta per gli eventi è la Valsavarenche, unica vallata interamente compresa nel territorio del Parco. Un «simbolo di natura intatta, di biodiversità, di luogo di ricerca» che ospiterà, venerdì 27 agosto, un concerto e spettacolo e, sabato 28 agosto, escursioni, visite e il racconto delle esperienze del Parco Nazionale Gran Paradiso tra Piemonte e Valle d'Aosta e del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, anch'esso "nato" 99 anni fa.

Il programma

I festeggiamenti per i 99 anni inizieranno venerdì 27 agosto. Nel piazzale del Municipio a Degioz alle ore 21 andrà in scena il concerto e spettacolo "Un salto nel passato" con momenti di letture e narrazioni a tema accompagnate da esecuzione musicale e canora. La serata è curata dell'attrice e autrice Livia Taruffi e dell'arpista e cantautrice torinese Cecilia Lasagno, con la produzione e direzione tecnica di Rémy Boniface de L'Orage.

Sabato 28 agosto alle ore 9.30 partiranno le escursioni gratuite da Eaux Rousses fino a Levionaz e da Vers le Bois (Degioz) all'ex casa reale di caccia di Orvieille. La prima uscita è dedicata allo stambecco e la seconda alla marmotta. Il rientro è previsto verso le ore 15,30.

"Che la festa cominci!" è l'appuntamento di sabato pomeriggio, alle ore 17, nella piazza del Municipio. Il benvenuto del sindaco sarà seguito dagli interventi dei rappresentanti dei due Parchi per raccontare due storie così diverse ma unite da un unico obiettivo. Sarà offerto un rinfresco con prodotti a Marchio di Qualità Gran Paradiso, torta e brindisi.

I festeggiamenti termineranno con l'appuntamento serale, alle ore 20.15, al parcheggio di frazione Rovenaud. In programma ci sono una visita guidata Centro Acqua e Biodiversità e una breve passeggiata fino al centro, in compagnia di guide esperte per scoprire i segreti degli ecosistemi acquatici e di una delle specie simbolo, la lontra. Ci sarà infine spazio per un momento dedicato all'osservazione del cielo stellato con gli astronomi dell'Osservatorio della Regione Autonoma Valle D’Aosta di Lignan.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito e avverranno nel pieno rispetto delle norme di prevenzione anti-Covid19. Visti i posti limitati, per ciascun appuntamento è richiesta la prenotazione.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it