.

Usl Valle d'Aosta, primi ripensamenti tra i dipendenti non vaccinati

Già revocate alcune sospensioni dopo l'avvenuta vaccinazione contro il Covid-19

 

sede Usl

Dopo le prime sospensioni, tra i dipendenti dell'Usl che hanno rifiutato le vaccinazioni anti Covid-19 arrivano anche i primi passi indietro. L'azienda sanitaria valdostana comunica che «dei primi 6 sospesi, 4 hanno provveduto a vaccinarsi» contro il virus. Per loro è stata di conseguenza revocata la sospensione.

La procedura di esclusione dal lavoro intanto prosegue, così come la ricerca dell'Usl di altri tecnici, sanitari, infermieri e operatori per sostituire chi non è più in servizio. Per i tecnici di radiologia «è stato reclutato un numero di operatori corrispondente a quelli in fase di sospensione - spiega l'azienda di via Guideo Rey -, così come gli operatori sociosanitari (OSS), per i quali nuovi arrivi compenseranno totalmente coloro che vengono sospesi. Analoghe iniziative, in fase di attivazione ma non ancora completate, sono in corso per reclutare un numero sufficiente di infermieri».

 

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it