.

Covid, Caveri: scuola è servizio essenziale e resta aperta

La situazione delle classi tra contagi, quarantene, assenze e sospensioni

 

«La scuola, pur con qualche rischio, resta un servizio pubblico essenziale». Lo dice l'assessore regionale all'istruzione a proposito dei contagi da Covid-19 nelle classi valdostane e delle quarantene. 

Alcuni numeri per fotografare la situazione al 10 gennaio: tra il personale docente il 6,2% è in quarantena o isolamento Covid, il 6,7% è assente per malattia, aspettativa o altri motivi, il 2,9% è sospeso per non aver rispettato l'obbligo vaccinale. Tra il personale amministrativo, tecnico e ausiliario il 4,5% è sottoposto a quarantene o isolamenti, il 2,9% è assente e lo 0,9% è sospeso.

Per quanto riguarda gli studenti, la Dad e la Did (didattica integrata digitale) riguarda il 5,8% degli alunni. All'11 gennaio 10 classi di scuola primaria sono in sorveglianza sanitaria e altre 2 di scuola media in auto-sorveglianza in quanto è stato segnalato un caso di positività in classe. Infine 2 sezioni di scuola dell’infanzia e 3 classi di scuola primaria sono state in quarantena e una classe di scuola media sta svolgendo la Didattica digitale integrata in quanto sono stati segnalati due casi di positività nella classe.

«Lo sforzo per mantenere le scuole aperte è corale - afferma l'assessore Caveri - e deriva dalla consapevolezza che passare tutti in Dad sarebbe una scelta in questa fase contraria ad una politica che in Valle d’Aosta è stata perseguita con convinzione a beneficio degli studenti».

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it