Studenti al freddo, Snals Confsal: profonda preoccupazione

Il sindacato si rivolge all'assessore all'Istruzione Caveri per sapere come la Regione intende risolvere la problematica

 

Aula

Scuole senza riscaldamento in pieno inverno e studenti costretti a terminare le lezioni anticipo perché le aule sono inutilizzabili per il freddo eccessivo. La denuncia arriva dallo Snals-Confsal della Valle d'Aosta.

Il sindacato segnala due episodi in particolare, avvenuti entrambi lunedì, che hanno avuto conseguenze sulla possibilità di seguire le lezioni: i problemi all'impianto di riscaldamento all'Isiltp di Verrès e il guasto di natura elettrica al liceo Edouard Bérard di Aosta che ha causato anche in questo caso l'assenza di riscaldamento.

Snals Confsal esprime «profonda preoccupazione per le due situazioni, sia perché problemi di riscaldamento si erano già palesati in entrambe le istituzioni prima delle vacanze natalizie, evidentemente senza trovare soluzione, sia perché si penserebbe di ovviarvi reintroducendo la didattica a distanza». 

Il sindacato parla di «gravi responsabilità nella gestione del sistema scolastico da parte dell'amministrazione regionale» con i dirigenti scolastici «lasciati da soli» e si rivolge all'assessore regionale all'Istruzione Luciano Caveri con alcune domande per conoscere come la Regione intende agire.

«Corrisponde al vero - chiede il sindacato -  che la manutenzione dell'impianto è stata affidata a una ditta con sede al di fuori della Valle d'Aosta, che può garantire la presenza dei propri tecnici solo a distanza di ore dalla segnalazione di un problema?». E ancora: «Quale norma autorizza l'utilizzo della Didattica a distanza e della didattica digitale integrata al di fuori dei casi di Covid?».

Agli insegnanti e al personale scolastico lo Snals Confasl chiede di «segnalare tutti i problemi di sicurezza che si verificano negli edifici scolastici dove prestano servizio».

 

 

C.R.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it