Aosta, Matteo Renzi atterra al Corrado Gex e certifica il volo notturno dell'aeroporto valdostano

renzi-arIeri si attendeva l'arrivo del Falcon 900 EX alle ore 19.00 ma per un cambio di programma l'aereo proveniente da Roma ha sostato a Firenze. Le voci sono quindi diventate certezze: sul volo c'è Matteo Renzi. L'atterraggio, avvenuto alle 21.25, è tra l'altro il primo al Corrado Gex che avviene seguendo il volo strumentale in notturna.

Quello che sfuggiva ancora era la motivazione di questo arrivo. Una prima ipotesi, un po' debole, era una visita a Sergio Cofferati prima dell'intervento alla spalla che il candidato del PD subirà oggi all'ospedale Parini di Aosta dopo una caduta a Cogne. Con l'arrivo di Renzi e della famiglia al seguito si è rafforzata l'ipotesi di un breve soggiorno in Valle d'Aosta per la fine dell'anno.

I leader della sinistra italiana in particolare del vecchio PCI, per passare dopo le sue evoluzioni all'attuale PD, hanno sempre avuto un feeling particolare con le vacanze in Valle d'Aosta, più precisamente con la località di Cogne. Ma Matteo Renzi potrebbe avere un motivo in più per essere presente in Valle d'Aosta in questi giorni.

Alcuni indizi fanno pensare che Renzi parteciperà come ospite "a sorpresa" alla diretta di Capodanno di Rai Uno, che da Courmayeur entrerà nelle case di molti Italiani, con la trasmissione l'Anno che Verrà condotta da Flavio Insinna. Proprio ieri in conferenza stampa Insinna (video in basso) ha citato una frase del presidente del Consiglio riferendosi al bisogno di avere "ritmo". Una semplice coincidenza?

Stupisce comunque la segretezza che ha avvolto questo arrivo in Valle d'Aosta. Una circostanza che si potrebbe spiegare non tanto con la necessità di garantire la sicurezza del premier, quanto più per consentire un "colpo di teatro" che farà apparire il nostro presidente del Consiglio sul palco del Forum Sport Center. Da lì cercherà, affidandosi alle sue capacità istrioniche, di dare fiducia agli Italiani collegati a casa in un futuro migliore.


 
Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it