Ordigno bellico trovato da un escursionista al confine tra Italia e Svizzera

 

Incerta la datazione del reperto

ordigno-bellicosvizzerax530

SAINT-RHEMY-EN-BOSSES. Un ordigno è stato rinvenuto questa mattina da un escursionista nei pressi di Saint-Rhemy-en-Bosses, a circa 2.800 metri, poco aldilà del confine italiano.

"Non si hanno notizie precise circa la datazione del reperto bellico rinvenuto", spiega il Soccorso alpino della Guardia di finanza che è intervenuto insieme al personale della Sezione Aerea di Varese per una ricognzione in elicottero, ma "considerato che quella porzione di territorio non è stata interessata da fatti d’arme nei conflitti mondiali, è possibile ipotizzare che sia stato utilizzato in ambito esercitativo".

Il ritrovamento è stato prontamente comunicato alle autorità elvetiche.

"In casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità ed interessare immediatamente le Forze di Polizia", ricorda il Sagf.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it