Cadavere scoperto ad Arnad: la procura ipotizza un occultamento

 

Il morto è il bracciante romeno che aveva lavorato in un alpeggio della zona

AOSTA. Occultamento di cadavere: su questa ipotesi di reato la Procura di Aosta sta indagando in merito al ritrovamento, la scorsa estate, del corpo di un uomo in avanzato stato di decomposizione ad Arnad, in località Fornelle.

L'uomo in questione è stato identificato grazie al raffronto del Dna. Si tratta di Aurelian Cochior, 42 anni, il cittadino romeno che aveva lavorato per un periodo in un alpeggio situato nella zona del ritrovamento, il 5 agosto scorso in un terreno a 1.300 metri di quota. Svolgendo l'autopsia il medico legale non ha trovato elementi che indicassero una morte violenta.

Ai Carabinieri i gestori dell'alpeggio avevano dichiarato che l'uomo si era allontanato senza avvertire circa due settimane prima del ritrovamento del cadavere. Nessuno aveva presentato denuncia di scomparsa.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it