Valanga a Courmayeur, chiesto rinvio a giudizio per guida alpina tedesca

Ipotesi omicidio colposo per la disgrazia del canale della Visaille in cui morirono 3 dei 18 sciatori travolti

valangaAOSTA. Una richiesta di rinvio a giudizio per omicidio colposo è stata avanzata dalla Procura di Aosta per la valanga che in Val Veny, nel comune di Courmayeur, un anno fa travolse diciotto sciatori uccidendone tre. Il processo è stato chiesto dal pm Ceccanti per una guida alpina tedesca di 45 anni che quel giorno stava accompagnando una delle vittime.

La valanga cadde il 2 marzo 2017 lungo il canale della Visaille, dove da anni il fuoripista è vietato proprio per motivi di sicurezza.

Quel giorno si staccò una prima slavina e successivamente, dopo che alcuni si fermarono a soccorrere i freerider coinvolti, un secondo distacco travolse gli altri gruppi di sciatori di varie nazionalità. Morirono un trentacinquenne torinese, Federico Mario Righetto, un tedesco di 58 anni e un belga di 25. Altre cinque persone rimasero ferite.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it