Un arresto al Traforo del Monte Bianco per il rogo della baraccopoli di San Ferdinando

 

COURMAYEUR. E' stata arrestata al traforo del Monte Bianco una delle persone ritenute responsabili dell'incendio della baraccopoli dei migranti di San Ferdinando (RC) dello scorso gennaio. La donna, una nigeriana di 48 anni, arrivava dalla Francia su un bus di linea quando è stata controllata dagli agenti della polizia di frontiera.

I suoi documenti per viaggiare nell'area Schengen risultano in regola, ma a suo carico è emersa l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa un paio di mesi fa dalla Procura di Palmi «poiché in qualità di responsabile in concorso con altri soggetti - spiega la Questura di Aosta - compiva atti tali da porre in pericolo la pubblica incolumità presso la baraccopoli/tendopoli sita in San Ferdinando (RC) in data 27.01.2018, cagionando la morte di una persona e il ferimento di altre due».

La nigeriana è stata arrestata e associata presso la casa circondariale di Lorusso Cutugno, a Torino, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it