REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Due albanesi ai domiciliari per la truffa dei finti addetti del gas

arresti

AOSTA. Due giovani albanesi di 22 e 24 anni residenti nel Bresciano, Emiliano Marvataj e Koledio Melaca, sono da ieri agli arresti domiciliari con l'accusa di aver truffato e derubato alcuni anziani valdostani. Con la nota tecnica del finto addetto del gas che afferma di voler controllare l'impianto domestico, i due si sono introdotti nell'abitazione di un ultraottantenne di Aosta e di una ultrasettantenne di Morgex rubando gioielli e carte.

L'operazione è stata condotta dagli agenti della sezione reati contro il patrimonio della Squadra mobile di Aosta. Oltre all'accurata descrizione dei malviventi fornita dalle due vittime del raggiro, i poliziotti hanno potuto avvalersi della collaborazione dei carabinieri di Mondovì dove i due sono fortemente sospettati di aver compiuto almeno un'altra truffa. Il loro "curriculum" potrebbe ulteriormente arricchirsi visto che le indagini non si sono ancora concluse e riguardano la Valle d'Aosta e anche altre regioni del Nord Italia.

Questi arresti rappresentano un «importante risultato al contrasto dei reati predatori», ha commentato il commissario capo Melania Caruso sottolineando quanto sia importante denunciare questo tipo di fatti. Proprio le denunce presentate nel 2017 hanno infatti messo la polizia sulla strada giusta. «Se una persona anziana o un suo familiare ha notizia di episodi analoghi, consigliamo di denunciare - ha spiegato Caruso -. Non bisogna vergognarsi perché queste cose possono capitare a chiunque. Invitiamo anche a prevenire evitando di aprire la porta agli sconosciuti».

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it