Carte di credito clonate, un arresto al traforo del Gran San Bernardo


28enne trasferito in carcere a Brissogne per scontare oltre 3 anni di reclusione

AOSTA. Un ventottenne anni è stato arrestato dalla polizia di frontiera al traforo del Gran San Bernardo e portato in carcere a Brissogne.

Il giovane, Abdoullah Diabate, cittadino italiano originario della Costa d'Avorio, deve scontare oltre tre anni e sei mesi di reclusione per l'accusa di far parte di un'associazione a delinquere attiva nell'hackeraggio informatico e principalmente nella clonazione delle carte di credito. Nei suoi confronti la procura di Pisa aveva emesso un provvedimento di cumulo pene.

Diabate stava rientrando in Italia dopo essere stato in Svizzera.


M.C.

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it