Contributi non dovuti al Crer Valle d'Aosta: indagato l'ex presidente


La procura di Aosta ha chiuso l'indagine sul Circolo Ricreativo Ente Regione che coinvolge Enzo Baccega

Crer Valle d'Aosta

AOSTA. Saldi passivi non riportati nei rendiconti, ricavi omessi e contributi pubblici percepiti senza averne titolo. C'è tutto questo nelle carte dell'inchiesta chiusa dalla procura di Aosta sul Crer, il Circolo Ricreativo dell'Ente Regione. L'ex presidente Enzo Baccega è indagato per indebita percezione di contributi pubblici ai danni dello Stato.

Le indagini condotte dalla Guardia di finanza e coordinate dal pm Luca Ceccanti riguardano un lasso di tempo di diversi anni. Secondo le ipotesi della procura, nei rendiconti del Crer non sarebbe stato indicato un saldo passivo e sarebbero stati omessi ricavi derivanti dalla gestione di attività commerciali come il tennis. In questo modo, tra 2012 e 2015, il circolo avrebbe percepito indebitamente circa 90.000 euro di contributi erogati dall'Amministrazione regionale.

Il caso Crer fu trattato anche in Consiglio regionale. Un anno e mezzo fa l'allora presidente della 2a Commissione consiliare, Leonardo La Torre, parlò di «un'allegra gestione dei fondi pubblici» e di una «gestione superficiale» del Circolo.

 

Marco Camilli

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it