19enne morta sulla A5, chiusa l'inchiesta della Procura di Aosta


Indagati due dirigenti della Società Autostrade Valdostane

Federica BanfiAOSTA. Due dirigenti della Società Autostrade Valdostane sono indagati per la morte di Federica Banfi, la ragazza di 19 anni di Canegrate (Milano) vittima di un incidente stradale sull'autostrada A5 a Châtillon la notte di Capodanno.

La procura di Aosta ha chiuso l'inchiesta per omicidio colposo e i due indagati, Fernando Fabrizio e Federico Caniggia, hanno ricevuto nei giorni scorsi l'avviso di conclusione indagini.

Alla SAV la procura imputa il cattivo stato del manto stradale e la scarsa informazione agli utenti dell'A5 sulle condizioni della strada stessa. Secondo una perizia disposta dal pubblico ministero, Carlo Introvigne, il minivan finì di traverso sulla carreggiata a causa della presenza di ghiaccio. Il veicolo, su cui viaggiava la vittima insieme agli amici dell'oratorio, venne poi colpito alla fiancata da un pullman che sopraggiungeva.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it