La mancata spesa dei fondi Ue nel mirino della Corte dei Conti della Valle d'Aosta

Regione

AOSTA. Riflettori accesi da parte della procura regionale della Corte dei Conti della Valle d'Aosta sulla mancata spesa di 3 milioni di euro di fondi europei Fse assegnati alla nostra regione. Il procuratore Massimo Atelli ha aperto un fascicolo per capire i contorni della vicenda.

Nella relazione che accompagna l'inaugurazione del nuovo anno giudiziario, Atelli spiega che "sviluppo economico del territorio si può e si deve fare non solo con risorse italiane, ma anche con quelle comunitarie. Si è recentemente appreso che la Valle d'Aosta è l'unica regione italiana che non è riuscita a spendere diversi milioni di euro di Fse che dovevano essere impiegati per raggiungere, entro un certo tempo, gli obiettivi di settore prestabiliti".

Il mancato uso dei fondi assegnati da parte della Regione rischia di far perdere alla Valle "milioni di fondi comunitari che avrebbe potuto invece utilizzare, in aggiunta alle risorse proprie, per finanziare utili politiche regionali".

 

 

M.C.

 

 



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it