Assenteismo e peculato, Vicquery sarà sentito dal gip il 30 maggio

Stando ai risultati dell'inchiesta Vicquery avrebbe in più occasioni falsificato le certificazioni delle presenze e si sarebbe allontanato dal posto di lavoro per tornare a casa o svolgere altre attività. Il comandante della stazione è anche sospettato di aver usato ripetutamente i veicoli di servizio per scopi privati. Solo in 17 dei 75 giorni in cui ha lavorato tra il novembre 2018 e il marzo scorso "non ha posto in essere condotte illecite", secondo quanto riportato nell'ordinanza di arresto.

 

 

 

 

redazione

 

 



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it