Fallimento società discount, le difese: "Milo e Vasco Cannatà non coinvolti"

guardia di finanzaAOSTA. «Milo Cannatà non risulta in alcun modo coinvolto nel procedimento per evasione fiscale cui oggi fanno riferimento gli organi di stampa».

Lo afferma il suo avvocato difensore, Jacques Fosson, a proposito dell'indagine per bancarotta fraudolenta della Guardia di finanza di Aosta seguita al fallimento di alcune società operanti nel settore alimentare.

Anche gli avvocati Stefano Moniotto e Davide Rossi, difensori di Vasco Cannatà, affermano che "In relazione alle odierne notizie di stampa, da cui trapelerebbe un coinvolgimento del signor Vasco Cannatà in ulteriori procedimenti penali inerenti ad una presunta evasione fiscale, preme rilevare come nessun altro procedimento penale risulti essere pendente a suo carico, né egli risulta essere coinvolto in altre indagini". 

"Il procedimento segnalato dagli organi di stampa - proseguono i legali - si rifà, infatti, ad attività investigativa e giudiziaria risalente nel tempo che mai ha riguardato la posizione del signor Vasco Cannatà. I difensori ritengono inappropriata la divulgazione di notizie non rispondenti ad attuali esigenze di cronaca, che finiscono anzi con il creare fraintendimenti in ordine ad un possibile coinvolgimento del signor Vasco Cannatà in ulteriori procedimenti penali, screditandolo ingiustamente"-

 

 

 

redazione

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it