Sergio Pellissier a processo per una presunta truffa immobiliare

Sergio PellissierAOSTA. Con l'accusa di aver incassato più di 400.000 euro per un immobile non ultimato, l'ex calciatore del Chievo Sergio Pellissier ed un altro componente del cda di una impresa costruttrice di Fénis, il 54enne Paolo Fary della Sercael Srl, sono finiti a processo. L'accusa formulata dalla Procura di Aosta è truffa aggravata in concorso.

La contestazione riguarda un immobile di Saint-Vincent per il quale due compratori hanno pagato 441.800 euro. Secondo la procura Pellissier e Fary tra il 2011 ed il 2016 avrebbero continuato ad incassare i pagamenti "garantendo agli acquirenti in ordine alla prosecuzione e all'ultimazione delle opere, senza comunicare la situazione di crisi conclamata risalente ad anni addietro" e gli "ingenti debiti della Sercael" che avevano portato all'iscrizione di una ipoteca nel 2016 e ad un pignoramento, quest'ultimo a favore della Cassa di Risparmio del Veneto, nel 2017.

Secondo la ricostruzione della Procura sarebbero anche state fornite garanzie a proposito di una polizza fideiussoria "in realtà mai attivata".

 

 

 

Marco Camilli

 

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it