Altanum, a settembre iniziano i processi sulla 'ndrangheta

Diciotto gli imputati nell'indagine che coinvolge Calabria, Valle d'Aosta e altre regioni del Nord Italia

 

Altanum

AOSTA. Tredici delle diciotto persone coinvolte nell'indagine Altanum della Direzione distrettuale antinafia di Reggio Calabria sulla 'ndrangheta affronteranno il processo con rito ordinario. La prima udienza sarà a settembre nell'aula bunker del tribunale di Palmi (RC). Gli altri cinque imputati al contrario hanno scelto il rito abbreviato.

Le indagini della Dda culminate con gli arresti del luglio 2019 si concentrano sulla rivalità tra i gruppi Facchineri e Raso, dei paesi di Cittanova e San Giorgio Morgeto, e le loro diramazioni nelle regioni del Nord Italia, Valle d'Aosta compresa. I nomi di alcune persone coinvolte erano emersi già nell'altra indagine sulla 'ndrangheta in Valle, Geenna, e su precedenti inchieste condotte sul territorio valdostano, come la tentata estorsione ai danni dell'impresario Giuseppe Tropiano per il parcheggio pluripiano dell'ospedale regionale U. Parini.

Il processo con rito ordinario vede come imputati Mario Gaetano Agostino, 76 anni, di Cosenza; Michele e Vincenzo Raso, di 58 anni e 67 anni; Vincenzo e Giorgio Raffa, di 43 e 50 anni; Giuliano e Raffaele Sorbara, 47 e 50 anni; Tommaso Fazari, 59 anni e Michele Fonte, 57 anni (nati tutti a San Giorgio Morgeto); Giuseppe Facchineri, 50 anni, nato a Cittanova; Maurizio Napoli, 58 anni, nato a Taurianova; Gianluca Cammareri, 31 anni, di Cinquefrondi e l'aostana Veronica Fonte, 32 anni.

Nel processo con rito abbreviato, da settembre, sono imputati Giuseppe Facchinieri, 59 anni; Giuseppe Chemi, 60 anni; Roberto Raffa, 44 anni; Vincenzo Facchinieri, 53 anni e Salvatore Facchineri (46) nato a Cittanova (Reggio Calabria).

La Regione autonoma Valle d'Aosta si è costituita parte civile così come la Città metropolitana di Reggio Calabria ed ai Comuni di Cittanova e di San Giorgio Morgeto. 

 

M.C.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it