Addio a don Silvio, direttore del Don Bosco di Châtillon

 

don Silvio CarlinCHATILLON. È morto don Silvio Carlin, direttore dell'Istituto salesiano Don Bosco di Châtillon. Ricoverato in terapia intensiva da circa un mese, è venuto a mancare venerdì 19 febbraio. Aveva 78 anni.

"Con profondo dolore, ma anche con viva speranza nella resurrezione, vi comunico che questa sera è mancato don Silvio", ha annunciato ieri sera sui social il direttore della Casa salesiana don Vincenzo Caccia. "Lo accompagnamo ancora con la preghiera all'incontro definitivo con il suo Signore a cui presenterà, da buon salesiano, i volti di tutti coloro che ha incontrato nella sua vita salesiana".

"Non più tardi di questo Natale, don Silvio vi porgeva i suoi auguri. Il Covid purtroppo ha vinto la battaglia e questa sera egli è stato richiamato alla Casa del Padre", si legge in un altro messaggio dagli Ex Allievi Don Bosco Chatillon.

Don Silvio era originario di Valsavarenche, paese al quale è stato sempre molto legato. Fu ordinato sacerdote il 25 marzo 1972 e svolse il suo servizio in diverse case salesiane del Piemonte. Fu direttore a Châtillon dal 2000 al 2010 e nuovamente dal 2013 al 2017. Dopo due anni di assenza, nei quali aveva svolto servizio a Colle don Bosco presso il Noviziato e la Parrocchia, l'anno scorso era tornato con gioia a Châtillon riprendendo anche il suo servizio nella Valpelline e ricevendo l’incarico di seguire gli Ex-allievi.

I funerali saranno celebrati dal vescovo mons Franco Lovignana lunedì 22 febbraio alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Châtillon. L'omelia sarà tenuta da don Leonardo Mancini, ispettore salesiano. La salma sarà tumulata nel cimitero del paese. 

Domenica alle ore 20.30 sempre a Châtillon sarà recitato il Rosario. 

 


redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it