Inchiesta ospedale, in Tribunale ad Aosta gli interventi delle difese

I legali del presidente della Regione Rollandin: "dimostrata la mancanza di qualunque prova"

AOSTA. Parole alle difese a Palazzo di giustizia ad Aosta per i sette imputati del processo sui lavori di ampliamento dell'ospedale regionale U. Parini. Oggi sono state sentiti i legali difensori degli ingegneri M.G., Bagio De Risi e Alessandro De Cecchi e del presidente della Regione Rollandin.

«Abbiamo discusso in diritto e in fatto la causa, dimostrando la totale insussistenza sotto il profilo giuridico dell'addebito e la mancanza di qualunque prova del concorso del presidente Rollandin nell'ambito di profili di illiceità penale» ha affermato in particolare uno dei legali di Rollandin, Giovani Piazzese.

L'accusa nei giorni scorsi ha chiesto 18 mesi di reclusione per il presidente della Regione, accusato di concorso in abuso d'ufficio, e pene che vanno da uno a due anni di reclusione per gli altri imputati. Per Rollandin c'è anche la richiesta di invio degli atti per l'applicazione della legge Severino che potrebbe comportare una sospensione dalla carica di 18 mesi in caso di condanna.

Il 13 ottobre e il 12 novembre saranno sentite le difese degli altri imputati - Giuseppe Tropiano, Serafino Pallù e Paolo Giunti. Le eventuali repliche del pm Daniela Isaia e delle difese e la sentenza del gup sono attese invece per il 24 novembre.

Il processo si svolge con rito abbreviato e a porte chiuse.

 

M.C.

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it