.

Indagini della Corte dei Conti sulla nomina dell'addetto stampa della Chambre Valdôtaine

Undici persone coinvolte compreso il presidente Rosset

 

Procura regionale della Corte dei Conti

La nomina dell'addetto stampa della Chambre Valdôtaine des entreprises et des activités libérales è al centro di accertamenti condotti dalla procura regionale della Corte dei conti. Il presidente della Chambre e altre dieci persone hanno ricevuto un invito a dedurre per spiegare le motivazioni della nomina che sarebbe illegittima e avrebbe originato un danno di circa 250 mila euro.

La contestazione della procura contabile è riferita ai contratti a tempo determinato rinnovati tra il 2012 e il 2018 a Fabrizio Perosillo, a tutt'oggi addetto stampa dell'ente, nonostante l'assenza del requisito del titolo di laurea.

Il danno erariale è contestato, a vario titolo, al presidente della camera di commercio valdostana Nicola Rosset, da poco nominato anche presidente di Finaosta; ai componenti delle Giunte camerali Graziano Dominidiato, Pierantono Genestrone, Pierluigi Genta, Giulio Grosjacques, Ezio Mossoni, Silvana Perucca, Franco Roberto Sapia ed Elena Martina Vesan e alle dirigenti Claudia Nardon e Jeannette Pia Grosjacques.



M.C.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it