Aosta, lutto nel mondo della cultura: è morto Marco Gal

Scrittore e poeta, ha pubblicato in italiano, francese e patois - Allestita una esposizione nella biblioteca regionale

AOSTA. E' morto oggi pomeriggio, all'età di 74 anni, il poeta e scrittore nato a Gressan Marco Gal. A darne l'annuncio "con dolore" è l'associazione letteraria Circolo del Cardo di cui era presidente onorario.

Bibliotecario presso la Biblioteca regionale di Aosta per 35 anni, Gal ha scritto poesie fin dalla prima giovinezza, pubblicando inizialmente raccolte di liriche in italiano. Dal 1984 si è dedicato alla composizione poetica in patois. Nel corso della sua vita è stato anche redattore della rivista "Le Soleil Valdôtain" e membro dellAcadémie de Saint-Anselme. Era anche fra i membri fondatori dell'Associazione Internazionale per la Poesia e la Letteratura di Aosta.

Tra i suoi innumerevoli lavori, nel 2014 ha pubblicato per Edizioni Vida il volume "Fede, arte e storia. Nelle cappelle rurali della parrocchia di S. Stefano in Gressan e nelle parrocchiali di Chevrot e di La Madeleine de Villa" presentato nel giugno 2014 alla Maison Gargantua di Gressan. Si è trattato della sua penultima uscita pubblica, di poco precedente l'ultimo incontro avvenuto il 9 ottobre 2014 al Bocciodromo Comunale di Saint-Vincent nell'ambito dei "Giovedi con l'autore".

Numerose le testimonianze di cordoglio alla notizia della scomparsa di Gal, che da tempo soffriva di problemi cardiaci. In un messaggio il presidente della Regione Augusto Rollandin e l'assessore all'istruzione e cultura Emily Rini affermano: "perdiamo un attento studioso e interprete della realtà locale, un uomo di raffinata sensibilità e di profonda conoscenza della lingua e della letteratura francoprovenzale. Grazie alla sua iniziativa, la letteratura locale si è arricchita negli ultimi anni di studi critici e di nuovi contributi. Accanto alla sua grande cultura - coltivata fin dalla sua giovinezza e, successivamente, nei 35 anni in cui ha prestato servizio alla Biblioteca regionale di Aosta – ricordiamo la sua grande  umanità e la sua affabilità".
La Biblioteca regionale ha allestito, presso il Fondo valdostano, una piccola esposizione di opere di Marco Gal e di studi critici sulla sua attività letteraria, come omaggio allo studioso e collega.

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it