Processo costi della politica, molti imputati verso il rito abbreviato

 

Il 27 febbraio e il 6 marzo le prime udienze

Tribunale-ingressoAOSTA. Si avvicina la data del processo per i politici e i funzionari di partito indagati dalla Procura di Aosta per uso irregolare dei contributi pubblici destinati ai gruppi consiliari. La maggior parte dei 27 imputati sarebbero orientati verso la scelta del rito abbreviato, una formula che riduce di un terzo la pena in caso di condanna e non prevede il dibattimento pubblico.

Il processo riguarda consiglieri regionali in carica, ex consiglieri e funzionari di partito per spese sostenute tra il 2008 e il 2012 e accusati a vario titolo di peculato, finanziamento illecito di partiti e indebita percezione di contributi pubblici.

Per la maggioranza l'udienza è in calendario il 27 febbraio mentre per i soli membri di Stella Alpina è prevista al 6 marzo.

In caso di condanna, per sette attuali consiglieri regionali potrebbe essere applicata la legge Severino e quindi la sospensione dalla carica: Patrizia Morelli e Albert Chatrian (Alpe); Leonardo La Torre (ex Federation autonomiste, ora Uv); Raimondo Donzel e Carmela Fontana (Pd); Marco Vierin e André Laniece (Stella Alpina). La norma non riguarda invece Chantal Certan e l'assessore alle Finanze Ego Perron (rispettivamente Alpe Uv) in quanto imputati solo di finanziamento illecito dei partiti.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it