Gressan, il bilancio di previsione 2015 si riduce di 1 milione

 

Ridotta la spesa corrente, investimenti garantiti dagli avanzi di gestione

Municipiox200GRESSAN. «Il bilancio di previsione deve essere inquadrato in una situazione di precaria stabilità economica, a cui si aggiungono una serie di incognite, un fatto questo che determinerà delle certe variazioni contabili per aggiornare le indicazioni che ci verranno imposte dall'alto». Michel Martinet, sindaco di Gressan, ha presentato così il bilancio di previsione per il 2015 discusso dal Consiglio comunale nella prima riunione dell'anno, mercoledì scorso.

Il documento, approvato con i voti favorevoli della maggioranza e i "no" di lista civica e gruppo misto, pareggia a 6.370.963,89 milioni di euro, ben un milione in meno rispetto all'anno precedente. Rispettato il patto di stabilità.

«Stante il periodo - ha dichiarato Martinet -, il nostro sforzo è stato incentrato nel confermare la qualità dei servizi che riserviamo ai cittadini, puntando anche ad alleggerire, con un esercizio sempre più complicato, la pressione fiscale» (ad esempio la Tasi è stata ridotta dello 0,25% per tutte le fasce).

Il bilancio di previsione indica un taglio della spesa corrente del 2,8% con un impegno economico superiore ai 4,5 milioni di Euro. «Lo sforzo fatto non è stato indifferente - ha commentato il sindaco - in quanto alcune situazioni oggettive si sono verificate senza che la nostra Amministrazione potesse in alcun modo intervenire».

Alle uscite compresse si unisce poi la riduzione delle entrate che, in rapporto agli stanziamenti assestati 2014, per la parte corrente, contempla un leggero decremento (-0,1%).

Ha aggiunto Martinet: «Per gli investimenti, gli spazi di manovra sono chiaramente ridotti di molto negli ultimi cinque anni. Ora una delle fonti di finanziamento più consistenti deriva dall'avanzo di gestione (520mila euro) e dall'avanzo di amministrazione (200mila euro). Si interverrà per gradi relativamente alla pavimentazione delle strade comunali (300mila sono gli euro inseriti in questa voce). Lavori sono anche previsti sulla rete dell'acquedotto comunale, con interventi di manutenzione ed il completamento del sistema di telecontrollo delle vasche (importo di investimento di 200mila euro)». Quanto all nuove scuole il sindaco ha assicurato che «resta, qualora ripartiranno i finanziamenti Fospi, l'intenzione a prevedere la realizzazione del nuovo plesso scolastico funzionale al Capoluogo. In caso di avvio della procedura, abbiamo contemplato l'assunzione di un prestito, per un importo pari a 150mila euro, finalizzato alla copertura della quota in capo al Comune di Gressan».

Votata a maggioranza la determinazione delle indennità di carica agli amministratori che prevede una riduzione per le casse comunali in virtù della nuova legge regionale che riduce, dalla prossima legislatura, il numero sia il numero di Consiglieri comunali che dei componenti la Giunta.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it