.

'ndrangheta, operazione "Aemilia" raggiunge anche la Valle d'Aosta

carabinieri2AOSTA. Coinvolge anche la Valle d'Aosta la maxi inchiesta Aemilia sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Emilia condotta dai pm emiliani e che nei giorni scorsi ha portato alla richiesta di rinvio a giudizio per più di 200 indagati.

Nell'ambito della stessa indagine sono state eseguite tre ordinanze di custodia cautelare in carcere e una maxi operazione tra Aosta, Reggio Emilia, Bologna, Parma e Crotone che ha portato al sequestro di beni per un valore di oltre 35 milioni di Euro tra immobili, autoveicoli, società di capitali e rapporti bancari e finanziari.

L'ipotesi alla base delle accuse è la gestione occulta di attività imprenditoriali, intestate formalmente a prestanome, con conseguente accumulo nascosto di patrimoni personali considerati significativi. Tra i nomi che emergono dalle carte anche quello del Consorzio stabile Gecoval, già oggetto della prima interdittiva antimafia emessa in Valle d'Aosta e decisa dal Questore proprio per l'indagine Aemilia.

In seguito all'interdittiva la Regione ieri ha provveduto a revocare l'aggiudicazione definitiva dell'appalto di circa 300 mila euro per lavori di manutenzione idraulico-forestale comuni di Chambave, Fénis, Nus, Pontey, Quart, Saint-Denis, Saint-Marcel e Verrayes.

Contro l'interdittiva Gecoval ha presentato ricorso al Tar.

 

redazione

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it