Finta direttrice di banca truffa anziana e fugge con bottino di 60 mila euro

 

Sotto shock l'anziana, avvicinata all'uscita dal cimitero. Indagano i carabinieri

Carabinieri-centroAOSTA. Derubata da una truffatrice all'uscita dal cimitero. E' accaduto ieri mattina ad una 83enne ingannata dai modi distinti e dall'aspetto elegante della donna che ha finto di essere una direttrice di banca. Sono i carabinieri a divulgare i dettagli dell'episodio con la speranza che altre persone non cadano nello stesso raggiro.

La truffatrice ha avvicinato l'anziana all'uscita dal cimitero. «Si ricorda di me? Sono la sua direttrice di banca» le ha detto come scusa per intavolare una conversazione. La finta direttrice di banca ha poi offerto un passaggio all'anziana sino all'interno della sua abitazione e, con la scusa di offrirle gratuitamente una cassetta di sicurezza, si è fatta mostrare dove erano custoditi gioielli e soldi. Sfruttando la paura dei furti ha anche convinto l'anziana signora a farsi consegnare soldi e preziosi dicendo che li avrebbe portati al sicuro in banca. Quando l'83enne ha capito di essere stata ingannata era ormai troppo tardi: la truffatrice se n'era già andata con il bottino del valore di oltre 60.000 Euro.

Sono stati i figli a presentarsi dai carabinieri per denunciare l'accaduto perché l'anziana è rimasta sotto shock.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it