Saint-Pierre, ladro denunciato dai carabinieri grazie al Dna

 

I carabinieri hanno identificato il 45enne grazie a tracce di sangue. Lui risulta irreperibile

AOSTA. Un cittadino serbo di 45 anni, P.V., in Italia senza fissa dimora, è stato denunciato dai Carabinieri per un furto compiuto alcuni mesi fa in una villetta di Saint-Pierre.

L'uomo ha approfittato dell'assenza dei proprietari, in quel momento al lavoro, per entrare nell'abitazione rompendo una finestra sul retro e nel farlo si è tagliato probabilmente ad una mano. Ha poi fatto razzia di contanti e gioielli per un valore di oltre 3.000 euro lasciando in terra e sui vetri delle tracce di sangue che i mlitari di Saint-Pierre, una volta intervenuti, hanno notato e repertato.

Le tracce di sangue sono state inviate ai Ris di Parma i quali, analizzando il Dna, hanno trovato una corrispondenza. Il profilo genetico di P.V. era già presente negli archivi visti i suoi precedenti per reati contro il patrimonio. L'uomo è stato quindi denunciati a piede libero e al momento, spiegano i Carabinieri, risulta irreperibile.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it