REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Timbrature allegre, taglialegna licenziato dalla Regione non sarà reintegrato

 

Ricorso respinto dal giudice del lavoro

martello-giudiceAOSTA. Non sarà reingrato sul posto di lavoro Nevio Yeuillaz, taglialegna di 54 anni licenziato dalla Regione per le cosiddette "timbrature allegre". Il ricorso contro il provvedimento di licenziamento è stato respinto dal giudice del lavoro Eugenio Gramola.

Yeuillaz, ex vice sindaco di Perloz, lavorava in un magazzino dell'assessorato regionale dell'Agricoltura a Verrès. Fu licenziato insieme a due colleghi e lo scorso mese di giugno patteggiò 5 mesi e 10 giorni e 400 euro di multa per falsa attestazione della presenza in servizio. Secondo il legale difensore, Giuseppe Gallenca, «il procedimento disciplinare» del licenziamento «è una duplicazione di quello penale». Il giudice del lavoro ha però dato ragione all'Amministrazione regionale che, come ha sostenuto Francesco Pastorino dell'avvocatura regionale, si è limitata ad applicare la legge.

Yeuillaz dovrà pagare 10.206 Euro di spese di giudizio e 4.000 Euro per lite temeraria.

 

redazione

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it