Delitto Cogne, Franzoni chiede messa in prova ai servizi sociali

BOLOGNA. E' attesa tra alcuni giorni la decisione del Tribunale di sorveglianza di Bologna sulla richiesta della messa in prova ai servizi sociali di Annamaria Franzoni.

La donna è stata condannata in via definitiva a 16 anni di carcere per l'omidicio del figlio Samuele, avvenuto nel 2002 nella villetta della famiglia Franzoni a Cogne, e dal 2014 si trova agli arresti domiciliari a Ripoli Santa Cristina, in provincia di Bologna.

I legali hanno presentato l'istanza per l'affidamento ai servizi sociali e la proposta dell'attività che dovrebbe svolgere (su cui resta il riserbo). La Procura generale si è già espressa in forma contraria alla richiesta ed ora si attende la decisione del Tribunale di sorveglianza.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it