Alpinisti morti a Gressoney, rialzo termico di 17 gradi in due ore

 

Il caldo potrebbe aver contribuito alla tragedia

GRESSONEY-SAINT-JEAN. Un improvviso rialzo termico potrebbe essere alla base della tragedia avvenuta questa mattina a Gressoney-Saint-Jean, dove quattro alpinisti italiani sono morti nel cedimento di una cascata di ghiaccio.

Nelle ore precedenti al crollo nella località della Valle del Lys è stato registrato un aumento della temperatura di 17 gradi nell'arco di sole due ore. All'ora dell'incidente, le 11 circa, la temperatura segnalata era di +10,9 gradi rispetto ai -6,6 delle ore 9. L'improvviso caldo potrebbe aver causato l'indebolimento della struttura del ghiaccio provocando il cedimento della parete con la presenza dei quattro alpinisti.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it