Contrabbando di "bionde": arrestati al Monte Bianco tre finti diplomatici

 

600 stecche di sigarette sequestrate. In carcere tre cittadini mongoli

AOSTA. Seicento stecche di sigarette sono state sequestrate ieri pomerggio dalla polizia e dalla guardia di finanza a tre finti diplomatici della Mongolia che si trovano ora in carcere a Brissogne. Il carico di "bionde" viaggiava su una Mercedes in uscita dal territorio italiano che non è passata inosservata ai controlli: sulla targa aveva infatti un adesivo con il simbolo del Corpo Diplomatico.

Insospettiti, gli agenti hanno approfondito i controlli sui documenti del presunto diplomatico che, ai raggi uv ed al controllo di sicurezza, sono risultati alterati e falsi. I documenti del secondo passeggero erano autentici ma l'uomo era sprovvisto del visto Schengen e dunque irregolare sul territorio europeo ed inoltre aveva con sé quattro passaporti mongoli con le date di validità dei visti Schengen alterati. L'unico a risultare regolare era l'autista in quanto titolare di un permesso di soggiorno rilasciato dalle autorità francesi.

I tre - tutti cittadini mongoli di 36, 47 e 51 anni - sono stati arrestati per contrabbando di sigarette e possesso di documenti falsi e contraffatti. Le stecche di sigarette riportavano diciture in caratteri cirillici e sono state sequestrate per violazione delle norme doganali.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it