Ghiacciaio Planpincieux, nuovo bollettino conferma situazione di allerta

Confermate le misure di protezione civile in Val Ferret, mentre nel resto di Courmayeur le attività procedono normalmente

 

ghiacciaio Planpincieux

COURMAYEUR. Rimane alta l'attenzione in Val Ferret per l'evoluzione della grossa frattura che potrebbe causare il crollo di circa 500.000 m3 di ghiaccio dal ghiacciaio Planpincieux. L'ultimo bollettino conferma la valutazione negativa per l'andamento termico. Questo fattore ha un impatto diretto sul normale deflusso idrico del ghiacciaio e, di conseguenza, sulla stabilità della massa. Tutte le misure di protezione civile adottate dal Comune di Courmayeur sono quindi confermate.

Ieri mattina è stata portata a termine l'evacuazione di circa 75 persone tra villeggianti e residenti dell'abitato di Planpincieux che potrebbe essere interessato da possibili cedimenti. I tecnici stimano che la situazione di allerta dovrebbe durare pochi giorni, al contrario di quanto accaduto lo scorso autunno. Tutto dipenderà da come il ghiacciaio reagirà all'aumento delle temperature.

L'amministrazione comunale tiene a precisare che la situazione di allerta riguarda soltanto l'area in questione, mentre sul resto del territorio di Courmayeur non c'è alcuna allerta. "Tutte le attività turistico ricettive e sportive procedono normalmente - sottolinea il Comune - e gli amanti di Courmayeur e coloro che hanno prenotato in questi giorni le proprie vacanze ai piedi del Monte Bianco possono serenamente godere dei panorami e delle belle passeggiate in montagna, nonché delle attività e appuntamenti organizzati sul territorio".

 

 

E.G.

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it