Oggi è il

Agenzia Riscossione, bollettini RAV addio: arriva il sistema pagoPA

  • Pubblicato: Mercoledì, 09 Ottobre 2019 09:05

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

Agenzia Riscossione, bollettini RAV addio: arriva il sistema pagoPAROMA. L'Agenzia delle Entrate - Riscossione è pronta a mandare in pensione il bollettino RAV contenuto nelle cartelle recapitate ai contribuenti. Il sistema sarà sostituito gradualmente dal sistema di pagamenti elettronici pagoPA dedicato ai pagamenti verso la pubblica amministrazione.

Il nuovo sistema funzionerà con un modulo che permette di trovare rapidamente le informazioni di cui il contribuente ha bisogno, di aggiornare l'importo dovuto alla data del versamento e che include il QR code per pagare facilmente anche attraverso lo smartphone. Come con il bollettino Rav, si può pagare online oppure presso Poste, banche, tabaccherie e tutti gli altri canali aderenti al nodo pagoPa, portando con sé il modulo di pagamento inserito in cartella.

I bollettini RAV collegati a comunicazioni già inviate (ad esempio per la “rottamazione-ter” delle cartelle) potranno continuare a essere utilizzati per il pagamento. Lo stesso vale per quelle comunicazioni che verranno ancora inviate con i Rav fintanto che non si concluderà la fase di passaggio a pagoPA.

Il modulo di pagamento pagoPA che i contribuenti stanno ricevendo è facilmente riconoscibile dal logo “pagoPA” e contiene due sezioni da utilizzare alternativamente in base al canale di pagamento scelto: una per “Banche e altri canali”, con un QR code e un codice CBILL, e una per i pagamenti presso “Poste Italiane” caratterizzato dal riquadro Data Matrix. Chi si reca agli sportelli fisici, come posta, banca o agli sportelli dell’Agenzia di Riscossione, può consegnare il modulo pagoPA all’operatore, che utilizzerà la sezione con i dati riferiti al canale di pagamento scelto. Chi paga tramite i servizi telematici, come il portale dell’Ente di Riscossione o l’home banking, deve inserire il “Codice modulo di pagamento” di 18 cifre e l’importo da pagare. Ancora più semplice il pagamento con smartphone e tablet tramite app: basta inquadrare il QR Code o il Data Matrix (sul modulo sono i codici rappresentati da un codice a barre quadrato) e il sistema identifica subito il relativo versamento da effettuare.

Utilizzando pagoPA il cittadino ha la possibilità di ricevere l'attestazione dell’avvenuto pagamento in  tempo reale e la Pubblica Amministrazione di chiudere automaticamente la posizione debitoria aperta.

 

 

 

Clara Rossi

 

 

 

 

 

Altre news di economia

Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075