Covid-19, Confcommercio Aosta: decreto chiusura commercio è ingiusto

Dominidiato: discriminati alcuni settori e premiata la grande distribuzione

 

Bar chiuso per l'emergenza sanitaria

AOSTA. Confcommercio Valle d'Aosta si schiera contro la chiusura di una parte delle attività commerciali per contenere la diffusione del virus Covid-19. "Se dobbiamo sacrificarci facciamolo tutti", attacca il presidente Graziano Dominidiato bollando il DMCP dell'11 marzo come "ingiusto" perché "penalizza i più responsabili".

La posizione del presidente di Confcommercio è chiara: "Alla lettura del decreto 'tutto chiuso tutti a casa' il sentimento di essere vittime di un ingiusto provvedimento pervade tanti commercianti che si sentono presi in giro e ancor più figli minori di un sistema che pare premiare i 'potenti' come la grande distribuzione, la ristorazione organizzata ed altre attività. Tutti abbiamo rispettato le disposizioni - dice - ma ora chiediamo di essere messi in condizione di non chiudere per sempre e di riprendere quanto prima la nostra attività".

Dominidiato inviata a compiere "una serena considerazione sui contenuti del Decreto che concretamente discrimina alcuni settori merceologici obbligandoli a chiudere mentre altri possono proseguire la loro attività. La salute pubblica - conclude - ha la priorità e se la priorità è questa allora tutto, ma tutto, deve essere sospeso per limitare il propagarsi del contagio".

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it