Crisi Coronavirus, alberghi e ristoranti valdostani perderanno 58 milioni di fatturato

Stima dell'Osservatorio sui bilancio delle Srl del Consiglio e della Fondazione Nazionale dei Commercialisti

 

Negozi chiusi

AOSTA. La crisi sanitaria dovuta al Covid-19 costerà agli alberghi e ai ristoranti della Valle d'Aosta 58 milioni di euro di mancato fatturato. La stima è dell'Osservatorio sui bilancio delle Srl del Consiglio e della Fondazione Nazionale dei Commercialisti che ha calcolato in termini economici le conseguenze della pandemia sul settore.

"L'impatto è dovuto sia al calo della domanda che ha colpito il settore ancora prima che scattasse l'emergenza in Italia - spiega l'Osservatorio - sia al blocco delle attività imposto per decreto, al fine di fronteggiare l'emergenza sanitaria".

A livello nazionale l'Osservatorio calcola un crollo del 54 per cento per la ricettività alberghiera, pari a 7,7 miliardi di euro, e del 37 per cento per la ristorazione, cioè 8,3 miliardi di euro.

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it