Crisi post-Covid, gli occhi della Guardia di finanza di Aosta puntati sul rischio usura e riciclaggio

Con le difficoltà economiche il tessuto socio-economico si indebolisce facilitando i condizionamenti illeciti

 

la Caserma Luboz della Guardia di finanza

AOSTA. Le crisi economiche rappresentano un'occasione d'oro per la criminalità per farsi strada nel tessuto socio-economico sano sfruttando la debolezza del momento. In questo periodo post emergenziale gli avvertimenti si susseguono da parte delle autorità che temono un rafforzamento della capacità di penetrazione.

Lo stop di due mesi delle attività economiche imposto a livello nazionale per l'emergenza epidemiologica da Covid-19 ha e avrà un grande impatto negativo sull'economia che finora lo Stato (e la Regione) non hanno arginato, malgrado i molti proclami. Costi rimasti inalterati e ricavi azzerati avranno conseguenze a lungo termine per tantissime attività economiche. Capita così che l'imprenditore indebitato viene contattato da personaggi con disponibilità di denaro contante che acquisiscono la gestione dell'impresa o l'artigiano che, per avere la liquidità necessaria per andare avanti, cade nella trappola dell'usura.

La Valle d'Aosta non è certo esente dal pericolo di usura e di riciclaggio. Quelli che la Guardia di finanza definisce "concreti ed immediati profili di rischio" riguardano l'intero territorio nazionale. In questo periodo la Guardia di finanza ha dunque tra le sue priorità di intervento proprio tutti quei contesti legati alla fase di emergenza e post emergenza. Il faro sarà puntato proprio sulla "possibile connessione con tentativi di infiltrazione della criminalità nel sistema economico".

Parte del monitoraggio sarà portato avanti con accertamenti mirati riferiti alla normativa antimafia su persone con "pericolosità economico-finanziaria". Questa attività sarà estesa anche alla cosiddetta "area grigia", quella in cui agiscono i facilitatori, cioè persone esterne alle organizzazioni criminali che aiutano queste ultime nei progetti di infiltrazione del tessuto socio-economico. 

 

E.G.



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it