Fiom, Fim e Uilm contro Cogne: 'l'azienda si rifiuta di incontrarci'

Sindacati duri contro la società: 'La porta sbattuta in faccia a noi è la stessa che viene chiusa ai lavoratori'

 

Cogne Acciai Speciali

Sale la tensione tra Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil e Cogne Acciai Speciali dopo l'annuncio dell'ingresso in maggioranza della Walsin Lihwa Corporation di Taiwan.

In una nota congiunta i tre sindacati dei metalmeccanici segnalano che l'azienda «rifiuta di incontrarci». «Il nostro intento era quello di avere un incontro costruttivo con l'azienda per salvaguardare e tutelare le lavoratrici e i lavoratori», aggiungono, invece dalla controparte «cercano di togliere la dignità ai rappresentanti sindacali».

«Chi tenta di sbattere la porta in faccia ai sindacati, pensando di fare una prova di forza, sbaglia perché la porta sbattuta in faccia a noi è la stessa che viene chiusa ai lavoratori», proseguono nella nota i tre sindacati dei metalmeccanici. «Siamo la voce dei lavoratori, e non ci facciamo sicuramente intimidire da azioni che di costruttivo hanno poco o nulla. E ribadiamo con forza "Giù le mani dai lavoratori". Nel momento che sarà definito il nuovo assetto societario, ci auguriamo di non sentire pronunciare neanche una volta la parola esubero. Non vogliamo neanche un esubero».

Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil puntano inoltre il dito sull'incontro tra governo regionale e Cas. «Ricordiamo che nei periodi di crisi, siamo noi ad ascoltare e a farci carico delle preoccupazioni e della disperazione dei lavoratori, non altri», concludono.

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it