Emergenza Coronavirus, il M5s contro le 'posizioni autoritarie' del presidente della Regione Testolin

 

Renzo TestolinAOSTA. "Il Consiglio regionale è delegittimato ma che la situazione emergenziale potesse trasformare la "Vicepresidenza Testolin" in un "Commissariamento" della nostra Regione è un'assoluta sorpresa e stigmatizziamo tale prepotenza". Così recita un comunicato stampa firmato dai consiglieri regionali del gruppo Movimento 5 Stelle in risposta alle considerazioni che Renzo Testolin ha espresso in questi giorni replicando alla lettera dei 20 Consiglieri regionali che chiedevano una soluzione istituzionale per la gestione dell'emergenza Coronavirus in Valle d'Aosta.

"Non esiste confronto con il Consiglio con le Commissioni - scrivono i consiglieri pentastellati - e, a quanto pare, neppure con la maggioranza che ha nominato Testolin e con la Giunta che presiede solo grazie ad altrui dimissioni. Siamo sicuramente in una situazione emergenziale ma il nostro Statuto, figlio della Costituzione e della Resistenza, meriterebbe maggior rispetto da parte delle figure che dovrebbero amministrarci 'democraticamente'".

Conclude la nota: "la Valle d'Aosta si sta distinguendo per numero di contagiati per abitante, peggio di qualunque regione, Lombardia compresa. L'ospedale è stato potenziato ma è stata abbandonata l'assistenza socio-sanitaria sul territorio come dimostra la drammatica situazione di distretti e delle microcomunità. C'è bisogno di visione di insieme, coordinamento e confronto".

 

redazione

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it