Misure regionali anticrisi, Cognetta: servono 600 milioni

Pin It

Il consigliere regionale di Vdalibra sul terzo provvedimento anticrisi al vaglio della II Commissione

 

Commissione
AOSTA. "Dalle audizioni svolte in seconda Commissione "Affari generali" emerge che la cifra stimata degli aiuti richiesti si attesta, per ora, sui 600 milioni di euro, di cui 280 milioni in conto investimenti e 320 milioni in spesa corrente". Lo afferma in una nota il consigliere regionale Roberto Cognetta del gruppo Vdalibra a proposito del terzo provvedimento che il consiglio regionale che preparando, attraverso la Commissione Affari Generali, per affrontare le conseguenze economiche dell'emergenza sanitaria Covid-19.

Roberto CognettaL'esponente di Vdalibra spiega che "le misure proposte, per me, sono tutte accettabili". Si va da incentivi a contributi a fondo perduto (per esempio per il ripristino scorte, per la digitalizzazione dell'impresa, per il periodo di chiusura obbligatoria, per l'editoria, per gli affitti, per la green economy) alla defiscalizzazione; da contribuuti per il settore zootecnico ad investimenti straordinari nell'edilizia e nelle opere pubbliche da parte di Regioni e Comuni; dalla sburocratizzazione dei processi amministrativi al sostegno alle imprese sociali.

Secondo Cognetta la cifra di 600 milioni non è impossibile da raggiungere. "I primi 280 milioni di euro - dice il consigliere regionale - possono essere reperiti tramite, ad esempio, l'emissione di strumenti di debito così come già proposto dal collega Aggravi (VdA bond); i restanti 320 milioni si possono reperire in parte con i risparmi e gli utili delle partecipate, parliamo di circa 160 milioni e i restanti 160 attraverso uno sforamento di spesa corrente da recuperare nei prossimi anni. In questo modo, se questa operazione venisse fatta in tempi brevi (diciamo tra maggio e giugno) si potrebbe salvare la nostra regione da un probabile crack economico fatto di chiusure, licenziamenti, emigrazione e soprattutto disperazione".

"Resta da definire il dettaglio dell'accesso alle misure che potrebbe essere fatto attraverso autocertificazioni  -aggiunge Cognetta -. La speranza è che questo Governo regionale fantasma accolga tale richiesta: noi ce l'abbiamo messa tutta".

 

C.R.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it